Cara Socia, Caro Socio,

Mercoledì 26 ottobre 2022 il Propeller Club – Port of Genoa ha tenuto una riunione
conviviale nella splendida cornice di Villa Lo Zerbino, a cui hanno partecipato più di un
centinaio di soci ed invitati. Durante tale incontro si è tenuta una Tavola Rotonda con
relatori (in ordine alfabetico):

Alberto DELLEPIANE, Filippo GALLO, Paolo PESSINA, Alessandro PITTO

Sul tema:

 ”CLUSTER MARITTIMO TRA PRESENTE E FUTURO:
Professionalità genovesi a confronto”

L’incontro è iniziato alle ore 19.00 e, dopo l’aperitivo, la Presidente Giorgia BOI ha salutato
e ringraziato i presenti e i relatori, lasciando poi la parola al Presidente della Regione
Liguria, Giovanni Toti, intervenuto per un saluto istituzionale in cui ha espresso
compiacimento per la serata e per le iniziative del Club.
Erano presenti in rappresentanza del Sindaco della città metropolitana di Genova, Marco
Bucci, l’Assessore Francesco Maresca ed in rappresentanza dell’Autorità Marittima,
l’Amm. Sergio Liardo Comandante del Porto di Genova e l’Amm. Nunzio Martello, Com. in
2° Vicario dell’Amm. Nicola Carlone, Comandante Generale delle Capitanerie di Porto, che
hanno rivolto un saluto a tutti i presenti.
Tra i numerosi importanti partecipanti la Presidente ha anche rivolto un saluto particolare
al Presidente del Propeller Club di Anversa, Marc Scheerlink, venuto a Genova per
l’occasione.
La Presidente ha anche presentato sei nuovi Soci (Avv. Luca Di Marco, Dott. Massimiliano
Giglio, Avv. Marco Manzone, Dott. Luigi Robba, Dott. Filippo Tassara, Dott.ssa Daniela
Teodori) a cui è stato consegnato l’attestato di appartenenza al Club, dando il consueto
“benvenuto a bordo”.

Successivamente, il Direttore di Transport (Telenord) Fabio PASQUARELLI, moderatore
della serata, dopo aver introdotto il tema della Tavola Rotonda – destinata a sottolineare
la valenza di Genova quale capitale dello shipping, attraverso le testimonianze di alcuni
Presidenti di importanti Associazioni del settore, aventi forti radici genovesi – si è rivolto ai
relatori chiedendo loro di raccontare le attualità all’interno del settore di loro competenza
e di contestualizzare le loro attività.

Il Dott. Alberto DELLEPIANE – Presidente di Assorimorchiatori, ha innanzitutto presentato
tale importante Associazione che accoglie gli armatori di rimorchiatori e che negli anni ha
visto una forte integrazione di aziende.
Il relatore ha poi approfondito i mutamenti in atto, rilevando come le imprese sono passate
da operare in concessioni rilasciate dall’Autorità Marittima ad un sistema di gare per il
servizio di rimorchio. Questo mutamento ha totalmente cambiato il panorama delle
attività afferenti al rimorchio, obbligando le aziende ad essere molto più efficienti per
confermare il loro ruolo nel mercato di riferimento.
Il relatore si è infine soffermato sui mezzi dei rimorchiatori, sottolineando l’importante
evoluzione tecnologica avvenuta.

Il Dott. Paolo PESSINA – Presidente di Assagenti si è soffermato sull’importanza di una
concentrazione di risorse ed impegno su progetti ben definiti e strategici che
effettivamente possano cambiare la storia del porto e dello shipping genovese. Ad avviso
del relatore, è inoltre fondamentale utilizzare i fondi concessi alla Regione Liguria in modo
coeso, trasformando interessi contrapposti in un interesse comune. Il cluster marittimo,
nonostante la presenza di competitors, sotto questo profilo si sta in effetti dimostrando
coeso.

Il Dott. Alessandro PITTO – Presidente Fedespedi, ha incentrato il proprio intervento
soprattutto sulle ZES: zone economiche speciali e sulle ZLS: zone logistiche semplificate.
Il relatore si è poi concentrato sulle pratiche di reshoring: numerose aziende, a seguito dei
vari sconvolgimenti avvenuti, stanno cercando di riportare parte delle loro produzioni nel
paese di origine o in paesi vicini. Le ZLS e le ZES sono strumenti fondamentali per la
realizzazione di queste pratiche.

Il Dott. Filippo GALLO – Presidente Cisco: Centro Internazionale Studi Contenitori, si è
soffermato sulle due attività principali svolte da questa Associazione.
La prima attività consiste nella promozione: Cisco è presente in tanti eventi in Italia e
all’estero e la sua funzione è quella di portare a conoscenza degli stakeholders stranieri
quelle che sono le capacità non solo del Porto di Genova, ma anche di tutto ciò che riguarda
l’utilizzo del contenitore in Italia.
L’altra attività di Cisco è legata è legata all’aspetto tecnico: tra l’altro, è stata costituita
anche un’attività di formazione estremamente utile per tutti gli operatori che hanno a che
fare con lo strumento del contenitore.

Il moderatore Fabio Pasquarelli ha in seguito chiesto ai relatori di esplicitare il loro
pensiero sui contributi sinergici capaci di sottolineare l’impegno che si sta profondendo
per superare gli attuali momenti critici e contribuire così ad un futuro di forti affermazioni
per la nostra città e per la Liguria, innegabili momenti centrali in ambito trasportistico
nazionale ed internazionale.

Sotto questo punto di vista, Filippo Gallo ha in particolar modo suggerito di creare una
figura trasversale, partecipata dalle istituzioni, dalle attività imprenditoriali e dalle
associazioni locali, che possa promuovere le nostre attività marittimo-portuali nel mondo.
Un’entità, quindi, che sappia raccogliere gli stimoli, le competenze e le potenzialità di tutti
potrebbe rappresentare un ulteriore servizio per il porto e la città di Genova.

Paolo Pessina ha invece incentrato il proprio intervento sull’importanza della
digitalizzazione del porto, strumento che permette al porto di diventare maggiormente
attrattivo.
Si è inoltre soffermato sull’importanza della formazione, strumento fondamentale per lo
sviluppo della flessibilità e del pensiero.

Alessandro Pitto ha ribadito di ritenere fondamentale investire nella creazione di centri
logistici nel porto di Genova in grado di aumenta la validità dell’offerta della città e la
propria competitività.

Alberto Dellepiane si è infine soffermato sull’importanza che tutti gli operatori tendano
sempre di più all’eccellenza, permettendo la creazione di forti energie e sviluppo.

Importanti spunti di riflessione sono poi arrivati dagli interventi di Giampaolo Botta,
Alessandro Laghezza, Alessandro Panaro che si sono soffermati su altri aspetti ritenuti
rilevanti nell’ottica dell’affermazione dello shipping.

Al termine della bella serata, la Presidente Giorgia Boi ha ringraziato tutti i partecipanti,
consegnando ai relatori un presente da parte del Propeller Club – Port of Genoa e dando
appuntamento al prossimo evento del Club.

 

Propeller Tavola Rotonda 26 ottobre 22 (002)

Propeller Report 26 ottobre-22